Tours

Landscape and curves

Alto Friuli

321 km

Un giro tra le alcuni dei passi e delle suggestive valli dell’alto Friuli, che mostrano l’aspetto naturalisticamente selvaggio della regione. Il piccolo sconfinamento in Veneto ci porterà a lambire l’area dolomitica. Giro non impegnativo, con zone veloci e parti di sottobosco, per soddisfare tutti i palati.

Punti di interesse

Val<br />
Aupa

Val
Aupa

Vallata delle Alpi Carniche tutta a fianchi piuttosto scoscesi, ricchi di boschi, a brevi tratti sfruttata per prati.
Sella Chianzutan

Sella Chianzutan

Strada di collegamento tra Tolmezzo e la val d’Arzino, è un veloce passo montano, sede inoltre di famoso rally locale.
Diga del Vajont

Diga del Vajont

La diga del Vajont lega il suo nome al disastro avvenuto nel 1963, e non è più utilizzata per la produzione di energia.

Carinzia

271 km

Giro interamente in terra austriaca, tra le verdi valli e alti passi, divertenti curve e panorami mozzafiato che porterà a quasi 1800 metri del Turracher Höhe tra Carinzia e Stiria. Un assaggio della natura che caratterizza questa zona in certe zone così lontano dal traffico stradale.

Punti di interesse

La strada Nockalm

La strada Nockalm

Lunga 35 chilometri, la Nockalmstrasse si snoda su 52 tornanti e numerose curve tra i monti “Nock’n” con punto massimo a 2042 m.
Kreuzen

Kreuzen

Un piccolo passo, un ritaglio tipico di Austria, tra una stretta valle, ampi prati per pascolo, a contatto con la natura.
Passo Pramollo

Passo Pramollo

Allegro tratto stradale e dall’asfalto compatto in territorio austriaco, più impegnativo e ripido sul lato italiano con aspri pendii che lo incorniciano.

Cividale

240 km

Un giro turistico tra storia e natura della regione Friuli: la visita a Venzone, uno dei comuni ricostruiti interamente dopo il terremoto del 1977; Cividale, cittadina con le sue testimonianze longobarde e romane; Caporetto, centro conteso durante la prima guerra mondiale.

Punti di interesse

Venzone

Venzone

Eletto uno dei borghi più belli d’Italia, è stato ricostruito interamente dopo il terremoto del 1977 per conservare la sua eredità di cittadina medievale.
Cividale

Cividale

Centro di origine longobarda e poi romana, labito dal Natisone che dà il nome alla valle che poi si percorrerà in direzione Kobarid / Caporetto.
Caporetto

Caporetto

Da qui sfondarono le armate austro-ungariche nel 1917, rompendo il confine italiano… Una testimonianza parte del DNA del piccolo centro sloveno.

Collio

257 km

Il Collio, terra di vino e di storia tra due confini. Ci arriveremo lambendo le colline friulane, la medievale Cividale e torneremo attraversando il Collio tra i due confini di Italia e Slovenia, ritornando risalendo il corso dell’Isonzo.

Punti di interesse

Sella Nevea

Sella Nevea

Punto più alto tra le valli Raccolana e del Predil. Una bellissima strada con tornanti tra flora montana e scoscesi pendii.
Collio

Collio

Sali e scendi tra le colline coltivate quasi totalmente a vino, in un dentro e fuori tra il confine italiano e sloveno.
Isontino

Isontino

La veloce strada che costeggia l’Isonzo, zona contesa durante la prima guerra mondiale tra austriaci e italiani.

Dolomiti

313 km

Le Dolomiti, patrimonio UNESCO. Giro lungo e veloce nel primo tratto che porterà ai piedi della maestà delle Tre Cime di Lavaredo. Ritorno per l’Austria con un tratto impegnativo – la valle Lesachtal con Maria Luggau – ai piedi della catena che separa i due stati.

Punti di interesse

La valle del Piave

La valle del Piave

Una divertente strada di collegamento tra Friuli e Veneto che porta direttamente in zona dolomitica.
Il lago di Misurina

Il lago di Misurina

Una delle gemme delle Dolomiti, al cospetto delle Tre Cime di Lavaredo. La sosta è d’obbligo dopo aver fatto la veloce ascesa.
Valle Lesachtal

Valle Lesachtal

Un zona tipica dell’Austria, una strada un po’ impegnativa, tra piccoli borghi e boschi che ha il suo centro nel santuario di Maria Luggau.

Friuli

250 km

Un assaggio del selvaggio Friuli, delle sue vallate e dei suoi bellissimi paesaggi. Dalla località sciistica Sella Nevea, alla metà divenuta mitica tra i ciclisti, il passo Zoncolan; dalla stretta strada che porta al Cason di Lanza alla curvosa salita del passo Pramollo.

Punti di interesse

Passo Zoncolan

Passo Zoncolan

Famoso tra i ciclisti, con una pendenza media del 14,9% e arrivo a 1735 m. di altitudine. Una finestra aperta a 360° sulle cime del Friuli
Cason di Lanza

Cason di Lanza

Stretta strada a tratti senza barriere che collega Paularo a Pontebba, un angolo selvaggio del Friuli in mezzo al bosco e alle vette dei monti.
Passo Pramollo

Passo Pramollo

Allegro tratto stradale e dall’asfalto compatto in territorio austriaco, più impegnativo e ripido sul lato italiano con aspri pendii che lo incorniciano.

Sella - Rest

285 km

Per i golosi di curve e luoghi selvaggi: dopo la rude Val Raccolana, la veloce Sella Chianzutan per poi rituffarsi nel verde Friuli tra laghi artificiali e impervie e tortuose strade, la discesa nella valle del Tagliamento per recuperare il fiato e l’andatura.

Punti di interesse

Sella Chianzutan

Sella Chianzutan

Strada di collegamento tra Tolmezzo e la val d’Arzino, è un veloce passo montano, sede inoltre di famoso rally locale.
Pala<br />
Barzana

Pala
Barzana

Poco conosciuto passo che collega la val Tramontina e la val Cellina, valli entrambi con un lago di origine artificiale.
Passo<br />
Rest

Passo
Rest

Tortuoso passo dalle strette strade nel bel mezzo delle alture friulane, impegnativo, con il suo innegabile fascino selvaggio.

Slovenia

263 km

Dopo un assaggio di Austria, il giro sarà totalmente in terra slovena tra i laghi di Bled e di Bohinj, da un passo all’altro fino ai 48 tornanti del Vršič Pass. Tra località turistiche e ambienti selvaggi, un ritaglio della verde Slovenia.

Punti di interesse

Lago di Bled

Lago di Bled

Località famosa della Slovenia, un grande specchio d’acqua con, al centro, l’isola con la chiesa di S. Maria Assunta.
Isontino

Isontino

La veloce strada che costeggia l’Isonzo, zona contesa durante la prima guerra mondiale tra austriaci e italiani.
Vršič Pass

Vršič Pass

48 tortuosi tornanti incorniciati dalle severe cime dei monti della Slovenia, la metà del quale, in discesa verso Kraniska Gora in lastricato.

Work in progress